I guanti in Vinile sono prodotti dai granuli del PVC (Poli Vinil Cloruro), una delle plastiche di maggior consumo, e da plasticizzanti (per lo più ftalati). In formulazione pura il PVC è rigido, mentre miscelato con gli ftalati diviene flessibile e modellabile.
I guanti in Vinile rispondono alle normative riguardanti i materiali plastici (sia come Dispositivi Medici che come prodotti destinati all’utilizzo alimentare), a differenza dei guanti in Lattice e Guanti in Nitrile che rispondono alle normative relative alle gomme. Anche se lo sviluppo di questo guanto è stato favorito principalmente dall’assenza del Lattice di gomma, l’aspetto economico è stato fondamentale per il suo largo utilizzo.
La resistenza meccanica, in raffronto con il Lattice e con il Nitrile, è inferiore a causa della scarsa coesione molecolare e quindi il guanto, oltre che meno elastico, è più facile a rotture ed a microlesioni e meno idoneo a prestazioni soggette a rischi, soprattutto biologici. I guanti in Vinile prodotti con ftalati, classificati dal REACH, sono utilizzabili anche per contatto con alimenti (Dir. 2004/195/CEE) fatta eccezione per gli alimenti grassi ed alcolici in quanto gli ftalati tendono a migrare velocemente.