Rivista GSA – MARZO 2014 – Come scegliere il prodotto adatto alle proprie esigenze?

SGR Reflexx, leader nella produzione di guanti monouso, ritiene che il supporto offerto al cliente nella scelta del prodotto sia importante tanto quanto la qualità del prodotto stesso.

La scelta corretta va dunque impostata partendo dal tipo di lavoro da svolgere, dai rischi correlati e dalla resistenza che il guanto deve garantire, con l’obiettivo di allineare le performance richieste ai propri budget.

La prima domanda che si pone un’impresa in merito al guanto da utilizzare riguarda il materiale. Oggi le scelte ricadono principalmente su tre materiali: il vinile, il lattice o il nitrile. Si scelga il Nitrile se si deve andare in contatto con alimenti, sia per questioni legate alla migrazione verso gli alimenti (e dunque normative), sia per questioni di colore (azzurro) idoneo al settore.

Inoltre, SGR Reflexx suggerisce il Reflexx 70 per lavori in cui è necessaria un’alta resistenza ed il Reflexx 76 per lavori meno stressanti.Il nitrile, è anche indicato per tutti quegli utenti che non possono utilizzare prodotti in lattice perché allergici o sensibili a tale materiale.

Meglio optare per il Lattice se si vuole lavorare con un prodotto sensibile e resistente al tempo stesso.

Con il Reflexx 40 si è ben protetti da microrganismi e con il Reflexx 46 viene eliminato anche il fastidio della polvere con un guanto ipoallergenico.

Il Vinile è adatto nei casi in cui il guanto è considerato un dispositivo di igiene più che di protezione e la scelta è fortemente orientata sul prezzo.

In questi casi il Reflexx 30 e Reflexx 36 sono i più indicati.

Anche in questo caso è garantita l’assenza di Lattice Naturale per coloro che fossero allergici.

La scelta successiva riguarda l’utilizzo di un guanto con polvere o uno senza polvere.

Sicuramente eliminare la polvere è un vantaggio in quanto si eliminano residui che potrebbero contaminare gli oggetti con cui si viene in contatto e il beneficio alle mani è notevole in quanto la polvere può in alcuni casi determinare fastidiose dermatiti e disidratazione.

Tale processo comporta tuttavia un extra costo e quindi bisogna essere preparati a spendere qualcosa in più.

Tutti i prodotti Reflexx sopra citati sono Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) testati di Cat. III di rischio.

Per una consulenza più approfondita e specifica potete visitare il sito www.reflexx.com oppure scrivere a contatti@sgrsrl.com .

Risultati immagini per icona pdf Scarica l’articolo in formato pdf (180 kb)