Non tutti i guanti per alimenti sono uguali

Un guanto è dichiarato IDONEO all’utilizzo con gli alimenti quando non rilascia sostanze chimiche o non modifica le caratteristiche organolettiche degli alimenti manipolati rendendoli nocivi per la salute.

Pertanto per dichiarare l’idoneità alimentare di un guanto è necessario effettuare, presso laboratori accreditati, delle prove (migrazione globale in simulanti alimentari), che emulano il comportamento del guanto a contatto con tutte le categorie alimentari (alimenti acquosi, acidi, alcolici, lattiero-caseari, oleosi e grassi e secchi) in conformità alla normativa vigente (Reg CE 1935/2004; DM 21.3.73, Reg EU 10/2011 e succ. aggiornamenti e modifiche).

Tutti i guanti Reflexx che hanno ottenuto la completa idoneità alimentare, sono stati testati ben oltre i parametri richiesti dalla legge. Infatti a garanzia della massima sicurezza per tutta la filiera HoReCa, i guanti Reflexx sono regolarmente testati, presso i migliori laboratori italiani, anche a contatto con l’etanolo al 50% – simulante particolarmente aggressivo nei confronti dei guanti e impiegato per i test di idoneità di utilizzo con gli alimenti Lattiero-Caseari. Nella foto qui a fianco si mostra infatti come non ci sia alcun rischio a maneggiare una mozzarella (alimento diffusissimo nel nostro paese e simulato dall’etanolo 50%) con i guanti Reflexx 72FH.

La contaminazione alimentare purtroppo è un problema che può essere causato in primis dai guanti, soprattutto se questi non hanno superato le prove con tutti i simulanti alimentari.

È importantissimo pertanto richiedere sempre al produttore/distributore di guanti per uso alimentare la lista delle prove di migrazione superate con i diversi simulanti alimentari e verificare che non siano state omesse prove con nessun simulante.