Guanti all blacks Reflexx, ma non per tutti …..

La domanda di guanti monouso neri, negli ultimi anni, è in costante crescita e sempre più diffusa in tanti settori di utilizzo.
Reflexx, sempre attenta ad anticipare i trend di mercato, ha ampliato la propria gamma di guanti offrendo svariati modelli di guanti neri con diversi materiali e diverse caratteristiche.
Si è venuto così a configurare un nuovo segmento di gamma, identificato come “All Blacks” che conta 4 modelli di guanti monouso di colore nero:

• Reflexx 44: guanto in lattice con lunghezza 24cm, utilizzato principalmente in ambito cosmetica/tattoo/hair stylist
• Reflexx N79P: guanti in nitrile con manichetta lunga (30cm) e peso maggiorato per utilizzi in ambito meccanico/hair stylist
• Reflexx 67: guanti in nitrile da 24cm ideali per il settore meccanica/automotive grazie al loro peso di 5,5gr
• Reflexx 78: guanti in nitrile da 24cm e 4gr di peso ideali per il settore cosmetico/tattoo/hair stylist

Il settore dei tatuatori, è stato il primo a richiedere guanti monouso di colore nero per diverse ragioni, innanzitutto il guanto monouso è necessario per ovvi motivi di protezione sia del cliente che dell’artista durante le lunghe sedute per la realizzazione del tattoo, in secondo luogo il colore nero del guanto presenta, rispetto ad altri colori, alcuni vantaggi:
• nasconde tracce residue degli inchiostri usati
• è molto visibile e non distrae l’operatore durante la realizzazione del tattoo
Anche il settore dell’estetica richiede da qualche tempo i guanti neri, per proteggersi innanzitutto dalle tinture e per diminuire l’effetto “macchia” che le varie colorazioni hanno sui classici guanti bianchi. Inoltre per il settore parrucchieri Reflexx ha sviluppato un prodotto con manichetta lunga per evitare che l’acqua entri dal bordino durante il lavaggio dei capelli.
L’industria ed i meccanici si stanno orientando sempre più su prodotti neri, ma in questo caso i prodotti debbono garantire un’alta resistenza e dunque Reflexx propone prodotti con spessore maggiorato.

Guanti neri Reflexx
Nell’ultimo anno, per motivazioni più estetiche che tecniche, è in forte crescita la domanda di guanti monouso neri anche nel settore alimentare. “I guanti neri in realtà sono poco idonei per il contatto con la maggior parte degli alimenti – spiega Gianni Isetti CEO di Reflexx – perché il colorante contenuto nei guanti può essere più facilmente rilasciato negli alimenti. Inoltre, grazie ai guanti in nitrile, tipicamente azzurri, eravamo riusciti a far passare il concetto del codice colore Blu in ambito alimentare, corretto ed utile perché poco presente in natura e quindi di facile visibilità ed individuazione in caso di residui e/o rotture”.

“In particolare, ci teniamo a porre l’attenzione sui guanti che dovessero entrare in contatto con prodotti fortemente acidi o lattiero caseari e che potrebbero rischiare di rilasciare coloranti ed altre sostanze chimiche nei cibi stessi. Per esempio i prodotti lattiero caseari, per loro natura, sono prodotti fortemente estrattivi e nei test di laboratorio, per la verifica dei Materiali ed Oggetti a Contatto con gli Alimenti (MOCA) vengono testati con il simulante Etanolo al 50%.”
“Il suggerimento di Reflexx – continua Isetti – è quello di utilizzare guanti concepiti e testati al 100% per ogni tipologie di alimento, come quelli della nostra linea FOOD HANDLING, senza farsi abbagliare solo dalla moda che richiede il guanto di colore nero. I test superati dai ns. guanti sono consultabili nella DICA (Dichiarazione di Contatto Alimentare). Reflexx per una maggiore sicurezza alimentare ha testato i guanti della Linea FOOD HANDLING anche con il simulante Etanolo al 50%, richiesto dal Regolamento Europeo 10/2011 per le materie plastiche, ma non ancora richiesto specificatamente dal DM 21.3.1973 e s.m.i.”

food gloves, latticini. etanolo 50%